Denti

„Siate fedeli ai vostri denti e essi non saranno falsi verso di voi“

La Dr. Clark era convinta che oltre il 60% dei nostri malanni sono collegati ai denti. Questo non sorprende, se si pensa che ogni dente é collegato a degli organi tramite i canali energetici, i vasi sanguigni e la linfa.

Benché i dottori in passato come quelli presente raramente fecero o fanno il collegamento tra malattie e denti, oggi é risaputo che alcune malattie specifiche quali per esempio l’endocardite o malattie cardiovascolari, arterie intasate o perfino un ictus possono essere associate ad un declino della salute orale. Anche studi sul diabete dimostrano una frequenza più alta di questa malattia nelle persone con malattie gengivali.

Spesso si pensa ai denti come qualcosa a sè, invece i denti sono dei veri e propri organi con del fluido che passa attraverso lo smalto dei denti.

Da poco tempo hanno smesso di metterci le amalgame di mercurio come otturazioni nei denti e questo benché già nel 1845 i dentisti della Società Americana dei Chirurghi Dentali dissero che :

L’USO DI QUALSIASI AMALGAMA (MATERIALE AL MERCURIO PER OTTURAZIONI) E‘ PRATICA DANNOSA E ILLECITA (MALPRACTICE)

Già a quel tempo era risaputo, ed lo é  ancora oggi, che il mercurio é uno dei metalli più tossici e che avvelena ogni cellula in cui entra in contatto con, ed é particolarmente attratto alle cellule nervose, incluso il cervello.

Come mai in passato quando si spaccava un termometro ti dicevano di non toccare il mercurio fuoriuscito perché velenoso ma nonostante questo, l’abbiamo portato in bocca per più di 20 anni?

Come mai il dentista ha l’obbligo di smaltire l’amalgama che toglie come rifiuto tossico, secondo severe disposizioni, ma che la maggior parte delle persone viventi la succhiano o la succhiavano in bocca giorno e notte per decenni senza che fosse un problema?

Da notare poi che le amalgame vengono chiamate amalgame di mercurio ma non contengono solo mercurio bensì fino a 20 metalli diversi con cariche elettriche diverse. Cosi si avrà nella stessa otturazione correnti positive e negative allo stesso momento. Queste cariche elettriche vengono create dall’azione degli acidi sui metalli. Questo indebolisce il dente e le parti del corpo corrispondenti.

Un metallo che si sposa con il mercurio nelle otturazioni é il tallio“ che é estremamente tossico e la dose letale d’ingerimento per un uomo adulto é 0.5-1.0 grammo. Gli effetti maggiori sono stati riscontrato sul sistema nervoso, la pelle e il tratto cardiovascolare. Esiste una lunga lista di altri effetti collaterali che potete trovare in internet.

Oggi comunque vengono usate resine e ceramiche. Ma anche questi non sono materiali dentali puri al 100%.

La Dr. Clark trovò altre sostanze nei materiali dentali che possono causare danni alla nostra salute, quali:

  • Metalli pesanti
  • Coloranti
  • Uranio , polonio e cerio
  • Acido malonico
  • Candeggina da bucato
  • PCB/DAP

La Dr. Clark raccomandava il composito in plastica, non perché sia pùi pulito, ma perché puòessere indurito con uno zappicator dentale in modo che non liberi piûsostanze dannose nella saliva e che non si creino fessurazioni nel materiale. Ma anche questo materiale non deve contenere candeggina da bucato o materiale radioattivo come l’uranio.

I denti sono organi. Mettere una corona significa asportare dal 40 al 75% di un organo solo per coprire un dente con una capsula di metallo o di porcellana.
Quanti organi non sarebbero gravemente danneggiati, o addirittura distrutti, se venissero trattati in questo modo? Intarsi e sovra-intarsi sarebbero delle soluzioni migliori.
I ponti invece sono due o più corone collegate, con almeno un dente artificiale in mezzo in sostituzione di uno mancante. Se é una cattiva idea asportare metà della struttura di un dente per fare una corona, é un’idea ancora peggiore asportare metà struttura di DUE denti per aggiungere un terzo dente artificiale. („Tooth Truth“ di Frank Jerome)

Il dente canalizzato o devitalizzato é morto perché sono stati asportati i vasi sanguigni e il nervo, lasciando il paziente con un organo morto nel corpo. Viene riempito con materiale per otturazioni il canale principale, e magari alcuni dei canaletti laterali. Ma le altre piccole strutture canalari dei denti, chiamati tubuli dentinali, sono troppo piccoli per essere riempiti. I tubuli diventano dimora di batteri perché questi tubuli sono perfetti rifugi per questi batteri anaerobici come per esempio il Clostridium.

Nessun malato con denti devitalizzati può essere mai libero da batteri anaerobi e questi produrranno sempre tossine. Resteranno sempre piccole tasche d’infezione, che potranno diventare una minaccia se per un qualsiasi motivo il sistema immunitario si indebolisce.
Un dente con un ascesso o con cancrena non solo é un dente morto, é un organo morto. Il corpo non ama organi morti. Il sistema immunitario cercherà di eliminarlo o isolarlo. Sarà costretto a combattere fino a che il dente resterà nel corpo. („Tooth Truth“ di Frank Jerome)

Ci sono sempre più dentisti, cosiddetti „Olistici“,che capiscono il nesso tra denti e malattie, premurosi ad usare materiali dentali più compatibili per il nostro corpo.