I Metalli e gli Inquinanti

I Metalli pesanti

I metalli pesanti svolgono un ruolo molto critico e pericoloso nella nostra salute perché partecipano alla disattivazione dei nostri globuli bianchi.

  • La dottoressa Clark aveva trovato solventi, metalli pesanti e lantanidi nel 90% delle vitamine, dei minerali integratori, delle capsule e pillole testati.
  • Ha trovato fino a 50 diversi metalli nelle otturazioni metalliche dentali.
  • Ha trovato fino a 20 diversi metalli nell‘ acqua

I parassiti, i batteri li usano per prosperare e crescere e poi li espellono.

I metalli accumulati per anni nel nostro corpo ci invecchiano e possono darci vari disturbi, dai problemi cardiaci a disturbi di zucchero nel sangue, ai disturbi alle ovaie, obesità e altri problemi.

I metalli vengono non solo da fonti esterne ma anche internamente  specialmente dalla nostra digestione, perché ogni enzima, che contiene al suo interno un minerale, ed una volta esaurita la sua vita viene digerita, lasciando come scoria il minerale, che ora si trova in forma metallica.

Gli enzimi del patogeni li utilizzeranno per il loro metabolismo, lasciandoli poi ,in forma ossidante, come scoria nel nostro corpo.

I Solventi

I solventi sciolgono anche il grasso e visto che il rivestimento delle nostre membrane cellulari è fatto di grasso, specialmente le nostre cellule nervose, questo potrebbe mettere in pericolo la nostra vita.

Inoltre , tutte le fasi intermedie dei parassiti (fatto non normale) possono svilupparsi nel nostro organismo, con la presenza di solventi.

Vitamine, aminoacidi e altre sostanze possono togliere i metalli dal nostro corpo.

Imparate a togliere i metalli qui:

Casa e Corpo

Secondo un articolo scritto sul CNN di marzo 5, 1996 Carlos Enriquez, un scienziato all’Università di Arizona in Tuscon, analizzò le spugne per lavare i piatti e gli strofinacci da 1000 cucine in cinque diverse città americane.

Questo è quello che ha trovato:

SALMONELLA – E. COL, – CAMPYLOBACTER –CLOSTRIDIUM PERFRINGENS — STAPHYLOCOCCUS

e altri batteri

Un singolo batterio può diventare più di 8 milioni di cellule in meno di 24 ore.
Questo non vale solo per le spugne ma per molti altri articoli che usiamo giornalmente come computer, telefonini, Ipad. ecc
L’articolo: sottolineava che alcuni batteri sono causati dai detersivi stessi impiegati per rimuoverli. Che paradosso!

Le nostre case tra i detersivi e altri prodotti che utilizziamo e elementi in esse contenute sono luoghi di fuoco aperto.
Si trovano tossine quali:

Arsenico, Cobalto, Nichel, Vanadio, Fibra di vetro, Vanadio, Freon, Cesio, Formaldeide, Amianto, Benzene, alcol isopropilico, ecc.

Molti non si rendono conto di quante tossine abbiamo in casa e che usiamo usualmente.
Sarebbe più sano vivere qui:

Corpo

“Cosmetici espongono le donne a 175 sostanze chimiche in un giorno”

Questo è il titolo di un articolo del Daily Mail. L’articolo ribadiva che usando 12 prodotti al giorno espongono la donna a 175 sostanze chimiche.

I cosmetici sono un grande “business” in tutto il mondo . Solo recentemente troviamo sempre più informazioni riguardo agli ingredienti che mettiamo sulla pelle, informazioni scioccanti se si pensa che raramente ci si informa di cosa ci spalmiamo giornalmente e regolarmente sulla pelle per mantenere la nostra giovinezza e questo già ad una giovane età.

Sostanze irritanti per la pelle, collegate perfino a sostanze cancerogeni, che altera la barriera cutanea come il Sodium Lauryl Sulfate (SLS) / Sodium Laureth Sulfate (SLES), Sottoprodotti del petrolio come l’olio minerale che si usa spesso per le lozioni per bébé che ostruisce i pori della pelle, secca e invecchia la pelle.

E se un prodotto ha un buon profumo, statene alla larga, perché se il prodotto non contiene essenze naturali come profumo,  allora deriva da muschio sintetico, un perturbatore ormonale, anche questo estratto dal petrolio e che provoca diversi sintomi quali allergie, vertigini, tosse e irritazione. I parabeni sono anche perturbatori ormonali.

Nella cosmesi si trova perfino plastificanti per aggiungere consistenza al prodotto, chiamati ftalati e riconosciute come sostanze tossiche causando  insufficienza epatica e renale a problemi al cuore, polmone e pressione sanguigna. Colpisce lo sviluppo riproduttivo dei feti e neonati, come anche i tratti riproduttivi dei maschi.

Imidazolidinil urea e DMDM Idantoina sono conservanti che rilasciano formaldeide e sono utilizzati per la fabbricazione di resine sintetiche per adesivi nei legni compensati, truciolato, rivestimenti per carta e tessuti. Perché li mettono anche nei cosmetici liquidi? Boh??

Formaldeide, un antimicrobico considerato una sostanza cancerogena, e irritante per la pelle, polmoni, occhi e fegato e una neurotossina e perturbatore ormonale.

Triclosan trovato spesso nei dentifrici, saponi, deodoranti e altri cosmetici è stato collegato a irritazione della pelle, allergie, resistenti agli antibiotici, trasformazione in diossina e distruzione dell’ecosistema acquatico. Ha effetti cancerogeni e mutageni ed è pure un perturbatore ormonale.

Cosa fanno i perturbatori ormonali? Se si pensa che hanno trovato pesci maschi che depongono uova grazie ai prodotti finiti nell’ecosistema acquatico, chissà che effetto avrà anche su di noi.

Abbiamo poi emulsionanti o agenti schiumogeni nei cosmetici conosciuti con le sigle DEA, MEA e TEA, utilizzati per regolare il pH ma DEA può reagire con altri ingredienti nella ricetta cosmetica per formare una sostanza cancerogena potente chiamato nitrosodiethanolamine (NDEA). NDEA viene prontamente assorbito attraverso la pelle ed è stato collegato con tumori allo stomaco, esofago, fegato e vescica.

Per poi parlare dei coloranti sintetici, i famosi azo-coloranti che vengono da catrame di carbonio, coinvolte nei processi di cancro e tumori e l’alcol isopropilico, uno sterilizzante usato ovunque, ritenuto dalla Dr. Clark il secondo solvente più dannoso in assoluto e per ironia secca la pelle. propilene glicole per mantenere l’umidità della pelle ma che in realtà secca la pelle e anche questo è un derivato del petrolio.

Grazie a queste informazioni e a richiesta sempre di più del popolo in generale , ultimamente ci sono sempre più prodotti per la cosmesi Bio con tutte le certificazioni, ma che non sempre garantiscono o corrispondono alla purezza del prodotto, oppure ci sono prodotti molto “bio” che non funzionano granché.

Perciò questo è un campo da scrutare con accuratezza.